Levysoft

Xbox 360 vs PlayStation 3

A pochi giorni di distanza dalla presentazione sul circuito di MTV della console ludica Xbox 360, ecco che ieri la Sony risponde con la Playstation 3.
Anche se le due console hanno un design quasi identico, sono sostanzialmente differenti!
Ma ecco nel dettaglio cosa ci offrono queste due console davvero extreme!

Playstation 3
La Sony ha annunciato ieri il lancio per l’estate 2006 della sua nuova console per videogiochi, Playstation 3, due volte piu’ potente della nuova console della Microsoft XBOX 360, sul mercato dal Natale 2005, e 35 volte piu’ potente della Playstation 2 ora in vendita.
Il primo impatto estetico al cospetto dei tre prototipi presentati, dai colori argento (default), nero e bianco, è di ricerca di un look quanto più avveniristico possibile.

La nuova Playstation non è importante solo per i videogiocatori, ma per tutto il settore dell’Information Technology; sarà infatti il primo sistema equipaggiato con il rivoluzionario Cell processor, sviluppato congiuntamente da IBM, Sony e Toshiba, che introduce una serie di principi e “filosofie di progettazione” destinate a rivoluzionare completamente quelle che erano le convinzioni attuali.

Il concetto fondamentale del Cell (o Broadband Architecture Processor) è “eliminare quello che non serve, o è poco utilizzato, e migliorare ciò che è utilizzato più spesso“.

L’architettura prevede un core centrale a 64-bit (derivato dagli IBM PowerPC), con 1MB di cache L2, al quale sono affiancate 8 SPE (Synergistic Processor Element) ed un processore vettoriale Power VMX; le SPE sono otto co-processori SIMD (Single Instruction Multiple Data) capaci di velocizzare in particolar modo i calcoli su vettori e matrici (che sono alla base di tutte le applicazioni multimediali, dalla visione di DVD al gaming).

Il primo particolare tecnico confermato, così come era lecito aspettarsi dopo il lungo periodo di ricerca Sony, è il supporto ottico BlueRay, che sarà in grado di supportare una mole di dati sei volte superiore a quella attualmente memorizzabile su supporto DVD.

Il lettore sarà ovviamente compatibile con i comuni standard CD e DVD, compresi i vari CD-R, CD-RW, DVD-R, DVD+R e DVD-ROM. Inoltre, la console avrà numerose periferiche per l’input-output dei dati, a partire da slot per Memory Stock Duo, uno slot SD, uno slot per Flash Memory compatta e (udite udite) uno slot per un Hard Disk estraibile da 2.5” (come visto d’altronde anche su XboX360). A questo aggiungiamo ben 6 slot USB: alcune di queste periferiche, quelle di accesso più frequente, troveranno posto nello scomparto richiudibile anteriore, lasciando le altre a dei connettori posteriori.
Le specifiche tecniche recitano un processore a 3.2 GHz, supportato da 256 MB XDR di memoria RAM principale (a 3.2 GHz) più altri 256 MB GDDR dedicati esclusivamente alla VRAM, questi ultimi a 700 MHz. Altresì svelati i segreti sul chipset video impiegato: il suo nome è “RSX” (che sta per “Reality, Synthesizer” – Sintetizzatore della Realtà), sviluppato su tecnologia Nvidia a 128 bit, capace di una risoluzione 1080p. il processore è dotato di 512 MB di memoria render, e nel complesso è capace di gestire 51 milioni di punti al secondo, cosa che lo rende molto più potente di due GeForce 6800 messe insieme.
Cavallo di battaglia della nuova console sembrano quindi essere una connessione a banda larga per il gaming online e una definizione grafica altissima, grazie all’introduzione di un chip grafico da 300 milioni di transistor, capace di garantire una potenza superiore a quella di Xbox, GameCube e Playstation2 messi insieme.

La nuova console sarà inoltre dotata di interfaccia per la Chat video, accesso ad Internet, riproduzione di audio e video digitale. Molto importante il fatto che due riproduttori video possano essere connessi alle uscite della stazione, rendendo possibile una riproduzione a 32:9 oppure, come in un DS formato gigante, la suddivisione delle informazioni su uno schermo di gioco ed uno ausiliario, ad esempio per la chat. Ma una delle innovazioni più inaspettata risiede nel campo dei controller: contrariamente a quanto accaduto passando dalla PS1 alla PS2, la Sony abbandona gli storici Dualshock in favore di nuovi modelli, dall’aspetto più curvilineo, sicuramente studiati attentamente per garantire il massimo confort, nonostante il numero (ed il nome) dei tasti non sia cambiato. Soprattutto, il nuovo controller è interamente wireless grazie alla tecnologia Bluetooth, e la console ne potrà supportare fino a sette contemporaneamente senza dover più ricorrere a periferiche aggiuntive (Multitap: Addio!); l’autonomia prevista è di circa 24 ore con batterie ricaricabili.

La nuova Playstation sarà oltretutto un gioiello di compatibilità: come il modello precursore, conserverà infatti la caratteristica di supportare i giochi per PS1 e PS2, oltre ad avere la possibilità di connettersi via Wi-Fi con la PSP in modo da utilizzarla come schermo aggiuntivo o come controller.

Come ogni presentazione come si deve, la Sony è arrivata equipaggiata con una nutrita dose di Demo e filmati per dimostrare le capacità di quella che, sulla carta (è bene specificarlo) sembra essere la macchina più potente della prossima generazione: primo fra tutti, il nuovo Unreal Engine che costituirà il fulcro dei futuri Unreal 3 e Unreal Tournament 2007.

Se avete voglia di vedere come è fatta la nuova PS3 ecco un’interessante galleria.

Xbox 360
A differenza di quanto accaduto con la prima Xbox Microsoft non si è limitata a prendere vari pezzi (processore Intel, chip grafico NVIDIA), a metterli assieme ed a sviluppare software ad hoc, ma ha acquisito licenze ed ha lavorato a stretto contatto con i produttori di hardware per realizzare un prodotto unico nel suo genere.

L’elaborazione dei dati è affidata ad un processore con tecnologia IBM realizzato ad hoc per questa console: è costituito da ben tre core indipendenti, ciascuno capace di eseguire due thread di istruzioni in parallelo (qualcosa di simile alla tecnologia HyperThreading di Intel).

Ciò che però rende strabiliante l’esperienza di gioco sulla Xbox 360 è il core grafico sviluppato da ATi, che integra tutte le più avveneristiche tecnologie in fatto di grafica ed al momento non ha rivali sul mercato, nemmeno tra i prodotti della stessa ATi.

Si tratta di un chip funzionante a 500MHz capace di sfornare 500 milioni di poligoni al secondo (pari ad un milione e mezzo di vertici) che adotta la “Unified Shader Architecture“, la quale consente una più semplice e più veloce gestione di pixel e vertex shader a livello hardware e software, senza più fare distinzione tra le due tipologie (distinzione che alcuni consideravano indispensabile visto che pixel e vertex shader operano su dati completamente diversi); la tecnologia alla base di questa architettura resta segreta, tuttavia è stato reso noto che la pipeline di elaborazione degli shader è in grado di gestirne 48 contemporaneamente, raggiungendo la velocità record di 48 miliardi di operazioni pixel o vertex shader al secondo.

Il fill rate è di 4 gigapixel/s (un valore elevatissimo se si considera che la risoluzione dei display a cui verrà collegata la Xbox 360 sarà relativamente limitata rispetto a quella dei monitor per PC di fascia alta), il che combinato con l’engine per l’applicazione dell’antialiasing a pieno schermo genera 16 miliardi di campioni di pixel al secondo, a partire dai quali verrà poi applicato il FSAA.

Una delle soluzioni tecniche più interessanti è però l’integrazione on-die di ben 10MB di RAM embedded, con un’ampiezza di banda di 256GB/s (di fatto è paragonabile ad una cache enorme, visto che la cache L2 dei moderni processori ha una velocità simile); una soluzione sospirata da tempo, che sarebbe dovuta essere il cavallo di battaglia di BitBoys (azienda che prometteva da tempo un chip grafico con una architettura simile il quale non ha mai visto la luce), e che ora è finalmente divenuta realtà.

La memoria installata (ben 512MB di GDDR3) è condivisa sia dal chip grafico che dal processore, e funzionando a 700MHz mette a disposizione un’ampiezza di banda di 22,5GB/s.

Complessivamente la potenza di calcolo in virgola mobile aggregata (chip grafico e CPU) raggiunge il teraflop, un valore impressionate se si considera che il più veloce supercomputer al mondo supera di poco i 50 teraflop, mentre il supercomputer italiano più potente, APENext, raggiunge i 12. Ovviamente questo dato è abbastanza teorico; in altre parole non basta mettere assieme 50 Xbox per realizzare il supercomputer più veloce al mondo.

Per ciò che riguarda lo storage, Xbox 360 viene fornito con un hard disk estraibile da 20GB (è comunque possibile l’upgrade con prodotti più capienti), ed un masterizzatore DVD 12x dual-layer.

Come anticipato in precedenza poi, i controller sono wireless e ne possono essere collegati al massimo quattro; le possibilità di collegamento non finiscono qui, infatti sono disponibili anche 3 porte USB 2.0 ed una porta Ethernet.

Infine per ciò che riguarda l’audio, il chip integrato consente di gestire in hardware 256 voci con una precisione di 16-bit ed una frequenza di 48kHz.

Si tratta quindi di un prodotto realmente “estremo”, capace di assicurare un’esperienza di gioco estremamente realistica; ora la palla passa agli sviluppatori che dovranno riuscire a proporre titoli non solo accattivanti, ma anche capaci di sfruttare tutte le potenzialità della console.

Il supporto per la TV ad alta definizione, il suono surround e il pieno supporto dei giochi in formato 16:9 con anti-aliasing sempre attivo, la rendono candidata perfetta per il centro di intrattenimento casalingo; ed i produttori di lettori DVD da salotto et similia farebbero bene a preoccuparsi.

Nei negozi potrebbe arrivare già nel prossimo autunno, a novembre, ma ancora non c’è una data ufficiale rilasciata da Microsoft.

Previsioni di mercato
Sebbene Microsoft intenda rilasciare la console Xbox 360 circa un semestre prima della principale rivale PlayStation 3 di Sony, alcuni analisti non credono che la compagnia di Redmond avrà l’effettiva possibilità di cambiare i rapporti di mercato, e che Sony, almeno fino al 2010 continuerà a dominare in termini di base d’utenza.

Descrizioni tecniche prese da:
http://gamesurf.tiscali.it/dynamic/articolo/…
http://www.hirc.it/show_content.php?id=777
http://www.hirc.it/show_content.php?id=787